VIDAS E ARMANDO TESTA. PERCHÉ IL CUORE VINCE SEMPRE.

0
517

È la prima volta nella storia della comunicazione sociale che un’idea e una causa prendono piede in modo così totalizzante, coinvolgente, così emotivamente forte.

Così forte che la ARMANDO TESTA con la ”Good Heart Challenge” ha lanciato un’eccezionale gara di solidarietà attorno al progetto di raccolta fondi per la costruzione del nuovo centro pediatrico Casa Sollievo Bimbi VIDAS, che sorgerà a Milano accanto alla già presente Casa Vidas.

Così forte da mettere insieme il talento e il tempo di personaggi completamente differenti tra loro, ma dallo stesso grande cuore:

LINUS di Radio Deejay e il regista SILVIO MUCCINO; il critico d’arte PHILIPPE DAVERIO e gli stilisti DOLCE&GABBANA; l’attrice LELLA COSTA e FERRUCCIO DE BORTOLI; i comici ALE EFRANZ, l’attrice VITTORIA BELVEDERE, e la presentatrice TERESA MANNINO.

Ma la corsa è andata avanti.

LE NOVITÀ.

Le novità sono arrivate con l’adesione di FEDEZ, rapper, personaggio tv e produttore discografico, e di DEBORA VILLA, volto comico della tv.

E poi anche dell’artista e cantante J-AX, seguito subito dopo dal cantante e personaggio televisivo ELIO (Stefano Belisario) e dal giornalista sportivo e telecronista GUIDO MEDA.

In un mondo di numeri, di marketing, di big data, il cuore di ognuno può davvero alleviare il dolore di un bimbo terminale e della sua famiglia.

MA COME È INIZIATO TUTTO?

Il progetto di VIDAS, storica associazione che da oltre 30 anni offre assistenza completa e gratuita ai malati terminali e alle loro famiglie, è stato subito abbracciato dall’agenzia Armando Testa che ha ideato il concept:

“Tutti siamo stati bambini. Non dimentichiamolo.”

Attorno a questo concept l’agenzia ha realizzato -no profit- un film, una campagna stampa e l’affissione.

Il FILM TV girato da SILVIO MUCCINO vede protagonisti diversi testimonial che salgono su una meravigliosa giostra dove rivivono l’emozione di quando erano bambini. In nome di quei bambini che sono stati, tuttilanciano un messaggio forte e chiaro: l’infanzia non va dimenticata così come non vanno dimenticati i bambini meno fortunati.

Il film è stato prodotto grazie anche all’instancabile lavoro di Emanuela Cavazzini e della sua casa di produzione Brand Cross.

Nella campagna STAMPA, gli scatti fotografici realizzati da Stefano Babic raffigurano ognuno di questi personaggi con un vecchio giocattolo, caro ricordo d’infanzia.

Molti di questi giocattoli, provenienti dalla Collezione Privata del Museo del Cavallo Giocattolo, sono opere uniche e rare messe a disposizione da CHICCO e dalla famiglia Catelli. Gli stessi soggetti della stampa saranno utilizzati anche per le uscite in AFFISSIONE.

È stata una corsa entusiasmante che non vuole fermarsi qui. Per tutti il vero traguardo è raccogliere fondi per la causa di VIDAS, sull’IBAN IT09J0335901600100000015590.

Solo se arriveremo là, la corsa sarà davvero chiusa.

E avremo vinto tutti insieme.